Le sfide del pascolo autunnale

Pericoli nei pascoli freddi d'autunno

Con l'abbassamento delle temperature, il metabolismo delle piante si altera in modo significativo, aumentando l'accumulo di zuccheri e comportando rischi per alcuni cavalli.


Durante l'affluenza al pascolo autunnale, occorre prestare particolare attenzione ai cavalli inclini alla laminite o che soffrono di disregolazione insulinica. Inoltre, a causa dei cambiamenti nella dieta e nella composizione dell'erba, questo periodo aumenta il rischio di problemi digestivi come coliche e acidosi.


Comprendere il metabolismo delle piante e i problemi digestivi

Con l'inizio del clima britannico più freddo, la composizione delle erbe e delle leguminose nei pascoli cambia. La preoccupazione principale è rappresentata dagli elevati livelli di carboidrati non strutturali (NSC) presenti nell'erba. Ciò significa che ogni boccone di erba consumato in autunno contiene una percentuale maggiore di NSC, il che può essere particolarmente impegnativo per i cavalli con problemi metabolici. Inoltre, i bruschi cambiamenti di dieta e il ricco contenuto di zuccheri dell'erba possono provocare coliche, un doloroso disturbo digestivo. L'acidosi è causata da uno squilibrio nel processo di fermentazione del cavallo nell'intestino posteriore. Anche una quantità eccessiva di NSC può causare acidosi, che può provocare dolore e persino laminite.


Tipi specifici di erba e relativi rischi

Si consiglia di tenere i cavalli lontani dai pascoli per circa una settimana dopo una forte gelata, che in genere pone fine alla stagione di crescita e riduce il valore nutrizionale della pianta. Le diverse specie di erba si degradano a velocità diverse. Ad esempio, le leguminose come l'erba medica perdono valore nutritivo più rapidamente delle graminacee a causa dello sfaldamento delle foglie. Alcuni tipi specifici di erba, come il loietto, possono essere particolarmente ricchi di NSC, rendendo necessaria una gestione attenta in autunno. I moderni tipi di festuca, come la festuca alta e la festuca rossa strisciante, sono spesso coltivati per prolungare la stagione di pascolo del bestiame. Rimangono verdi a temperature più basse, il che può essere pericoloso per i cavalli con laminite e problemi digestivi.


Foglie appassite: Un'altra fonte di preoccupazione

Le foglie cadute nei pascoli sono un ulteriore fattore di rischio. Le foglie tossiche, come quelle dell'acero rosso (acer rubrum), comunemente presente nel Regno Unito, possono essere letali per i cavalli anche in piccole quantità. Quando la qualità del pascolo diminuisce, i cavalli possono ricorrere alle foglie appassite per fame. Pertanto, è fondamentale fornire fieno supplementare e monitorare le specie arboree nelle aree di pascolo e nelle loro vicinanze.


Valutazione dei fattori di rischio autunnali

L'aumento dei casi di laminite in autunno non è dovuto solo ai pascoli ricchi di zucchero. L'ipofisi produce più ormone adrenocorticotropo (ACTH) in questo periodo dell'anno, che può rendere tutti i cavalli più resistenti all'insulina. Ciò è particolarmente vero per i cavalli con PPID (disfunzione della pars intermedia ipofisaria) o sindrome metabolica equina. È necessario prestare particolare attenzione ai cavalli in sovrappeso, con una storia di laminite, insulino-resistenti, appartenenti a razze inclini all'aumento di peso o che presentano depositi di grasso anomali.


EquiNectar potrebbe essere utile per il vostro cavallo quest'autunno?

EquiNectar, un integratore di enzimi digestivi, può essere particolarmente utile durante i mesi autunnali, un periodo in cui i cavalli sono esposti a livelli più elevati di carboidrati non strutturali (NSC) in erbe come il loglio. Questo aumento di NSC può causare problemi digestivi come coliche e acidosi. EquiNectar è stato creato per aiutare il mangime a digerire meglio nell'intestino tenue, sfruttando gli enzimi naturali presenti nell'orzo germogliato. Questo miglioramento del processo di digestione può contribuire a mitigare il rischio di disturbi digestivi derivanti da improvvisi cambiamenti di dieta o da un elevato apporto di zuccheri, comunemente riscontrati nei pascoli autunnali.


Se il vostro cavallo soffre di problemi metabolici, vi consigliamo di contattare il veterinario prima di utilizzare qualsiasi nuovo mangime o integratore. 

Informazioni su EquiNectar

  • DESCRIZIONE
  • MAGGIORI INFORMAZIONI
  • COME ALIMENTARSI
DESCRIZIONE

Descrizione

EquiNectar® è un integratore alimentare naturale che, come è stato scientificamente dimostrato, è in grado di:

  • Riequilibrare i batteri intestinali del cavallo
  • Aiutate il vostro cavallo a massimizzare i benefici dell'alimentazione
  • Migliorare le condizioni del cavallo


MAGGIORI INFORMAZIONI

Ulteriori informazioni

EquiNectar® è prodotto da Tharos Ltd nel Regno Unito. È una fonte naturale di enzimi digestivi e contiene solo i seguenti ingredienti:

  • Il nostro estratto di malto brevettato e ricco di enzimi
  • Trigliceridi a catena media (da olio di cocco)
  • Sorbato di potassio

Per maggiori dettagli sugli enzimi presenti in EquiNectar® date un'occhiata alla sezione ingredienti ed enzimi pagina.

COME ALIMENTARSI

Come alimentarsi

È sufficiente aggiungere EquiNectar® all'alimentazione giornaliera del cavallo, utilizzando la tabella di dosaggio per determinare la quantità corretta.

Per istruzioni dettagliate su come introdurre EquiNectar, leggere la guida completa all'alimentazione di EquiNectar. Guida all'alimentazione pagina.