Ulcere dell'intestino nei cavalli

Il veterinario tratta un cavallo con ulcere dell'intestino posteriore

Ben Nedas

Direttore commerciale

Ulcere dell'intestino nei cavalli

01


È possibile diagnosticare le ulcere dell'intestino posteriore?

La diagnosi delle ulcere dell'intestino posteriore nei cavalli presenta sfide uniche. A differenza delle ulcere gastriche, che possono essere identificate con la gastroscopia, le ulcere dell'intestino posteriore sono più sfuggenti.

La posizione e la lunghezza dell'intestino posteriore lo rendono inaccessibile alle tecniche di esplorazione standard. Inoltre, le attuali tecnologie di imaging non sono in grado di rivelare efficacemente le ulcere in questa regione.

Le ulcere dell'intestino posteriore sono una patologia complessa e spesso sottodiagnosticata in medicina veterinaria. A differenza delle ulcere gastriche, che sono relativamente più facili da diagnosticare grazie alla visualizzazione diretta della mucosa gastrica, le ulcere dell'intestino posteriore non sono così facilmente individuabili. Questo perché l'intestino posteriore, che comprende il cieco e il colon, si trova più in profondità nell'addome del cavallo e non può essere osservato direttamente senza procedure invasive.

Di conseguenza, i veterinari devono spesso basarsi su segni e sintomi indiretti per diagnosticare le ulcere dell'intestino posteriore. Questi segni possono includere cambiamenti nel comportamento, come aumento dell'irritabilità o dell'aggressività, diminuzione dell'appetito, perdita di peso, scarso rendimento e cambiamenti nella consistenza del letame. I cavalli con ulcere dell'intestino posteriore possono anche presentare segni di colica, come dolore addominale, scalpitare, rotolare o sdraiarsi più frequentemente.

Per complicare ulteriormente le cose, questi segni e sintomi possono essere aspecifici e sovrapporsi ad altri problemi gastrointestinali, rendendo difficile per i veterinari individuare la causa esatta. Inoltre, le ulcere dell'intestino posteriore possono variare in termini di gravità: alcuni cavalli mostrano sintomi lievi, mentre altri presentano complicazioni più gravi.

Per diagnosticare le ulcere dell'intestino posteriore, i veterinari possono eseguire un esame fisico approfondito, compresa la palpazione dell'addome per verificare la presenza di eventuali anomalie o disturbi. Possono anche condurre esami del sangue per valutare eventuali alterazioni del numero di cellule ematiche o squilibri elettrolitici. Tuttavia, questi esami da soli non sono definitivi e possono fornire solo prove di supporto.

Per ottenere una diagnosi più accurata, i veterinari possono consigliare ulteriori procedure diagnostiche, come l'endoscopia o l'ecografia, per visualizzare direttamente l'intestino posteriore e valutare eventuali ulcerazioni o anomalie. Tuttavia, queste procedure possono essere invasive e richiedono attrezzature e competenze specialistiche.

A causa delle difficoltà associate alla diagnosi delle ulcere dell'intestino posteriore, non è raro che questa condizione sia sottodiagnosticata o mal diagnosticata. Questo può portare a un trattamento ritardato e a un potenziale peggioramento delle condizioni del cavallo. Pertanto, è fondamentale che i proprietari di cavalli e i veterinari siano consapevoli dei segni e dei sintomi associati alle ulcere dell'intestino posteriore e li considerino come una potenziale causa quando valutano la salute e le prestazioni del cavallo.

02


Quanto sono frequenti le ulcere dell'intestino posteriore?

La prevalenza delle ulcere dell'intestino posteriore nei cavalli, soprattutto se si considerano i diversi tipi di cavalli, è sorprendente. In un importante studio necroscopico condotto da Pellegrini [1], è stata analizzata la presenza di ulcere del colon in diverse popolazioni equine. Lo studio ha riguardato oltre 500 cavalli, con una notevole distinzione tra cavalli da prestazione e cavalli non da prestazione. I risultati hanno rivelato un netto contrasto nei tassi di prevalenza:

Cavalli da competizione: In questo gruppo di 180 cavalli, che comprende cavalli da corsa e altri cavalli da competizione, l'incidenza delle ulcere del colon è risultata allarmante. Circa 63% dei cavalli da competizione nello studio presentava segni di ulcere del colon.

Cavalli di vario tipo e provenienza: Questo gruppo di 365 cavalli ha mostrato un tasso di prevalenza inferiore, con circa il 44% che mostrava segni di ulcera colonica. 44% mostrava segni di ulcere del colon.

Queste statistiche evidenziano l'impatto significativo dell'attività e dello stile di vita sulla salute gastrointestinale degli equini. L'elevato tasso di ulcere dell'intestino posteriore nei cavalli da prestazione sottolinea lo stress e le sfide alimentari che questi animali spesso devono affrontare. Questo contrasto sottolinea anche l'importanza di una gestione personalizzata e di strategie preventive per le diverse categorie di cavalli, assicurandone il benessere e la longevità.

03


Acidosi dell'intestino

L'acidosi dell'intestino è relativamente comune tra i cavalli, in particolare quelli che seguono diete ad alto contenuto di cereali e a basso contenuto di foraggio [2]. Tuttavia, è importante rendersi conto che anche l'erba ricca è una causa probabile.

Questa condizione può verificarsi con o senza ulcere dell'intestino posteriore e causa una diminuzione del pH dell'intestino posteriore. È interessante notare che la gestione e il trattamento dell'acidosi intestinale rimangono in gran parte coerenti indipendentemente dalla presenza di ulcere. In genere, l'attenzione si concentra sul ripristino e sul mantenimento di un ambiente intestinale equilibrato [3].

04


Segni di acidosi dell'intestino posteriore

La salute dell'intestino posteriore del cavallo è strettamente legata a diversi fattori osservabili, tra cui il pH e la consistenza delle feci sono indicatori primari. Un pH fecale basso e alterazioni della consistenza delle deiezioni suggeriscono spesso un'acidosi dell'intestino posteriore, potenzialmente derivante da uno squilibrio del microbioma intestinale [4]. Tuttavia, questi non sono gli unici segnali da tenere d'occhio. L'acidosi intestinale può manifestarsi in molti altri modi, in particolare influenzando il temperamento e il movimento del cavallo.


Cambiamenti di temperamento: I cavalli affetti da acidosi dell'intestino posteriore possono presentare notevoli cambiamenti nel temperamento. Questo può variare da un aumento dell'irritabilità e dell'ansia a una generale diminuzione della reattività. Questi cambiamenti comportamentali sono spesso il modo in cui il cavallo comunica il disagio o l'angoscia causati da problemi digestivi.


Disagio durante il movimento: Anche i segni fisici, in particolare quelli legati al movimento, possono essere indicativi di problemi all'intestino posteriore. I cavalli possono mostrare segni di disagio o riluttanza durante l'esercizio fisico, soprattutto quando si dedicano ad attività che tipicamente comportano flessioni o rotazioni. Questo disagio può derivare dal dolore o dall'irritazione dell'area dell'intestino posteriore, esacerbati dall'attività fisica.


Indicatori di salute generale: È importante considerare anche gli indicatori di salute generale, come i cambiamenti nell'appetito, la perdita di peso o il declino generale delle condizioni. Questi segnali, insieme alle alterazioni delle caratteristiche fecali e ai cambiamenti di temperamento, forniscono un quadro più completo della salute dell'intestino posteriore del cavallo.


L'osservazione di questi diversi aspetti può guidare i proprietari di cavalli e i veterinari verso una valutazione più accurata della salute dell'intestino posteriore e della potenziale presenza di acidosi dell'intestino posteriore. Il riconoscimento e l'intervento tempestivi sono fondamentali per gestire queste condizioni in modo efficace, garantendo il benessere del cavallo.

Per saperne di più sul il ruolo dell'intestino posteriore e la sua importanza per la digestione degli equini.

05


Trattamento

Il trattamento delle ulcere dell'intestino posteriore e dell'acidosi si basa principalmente sull'adeguamento della dieta e sulle cure di supporto. Ciò include l'aumento dell'apporto di foraggio, la riduzione dei cereali e la creazione di un ambiente privo di stress. In alcuni casi, i veterinari possono prescrivere farmaci per sostenere la salute dell'intestino e alleviare i sintomi.

06


Prevenzione: concentrarsi sul microbioma intestinale

La prevenzione dei problemi dell'intestino posteriore è in gran parte incentrata sull'ottimizzazione del microbioma intestinale. Ciò implica pratiche alimentari che promuovano un sano equilibrio della microflora nell'intestino posteriore. Le diete ad alto contenuto di foraggio, i programmi di alimentazione regolari e la riduzione al minimo dello stress sono strategie chiave per mantenere un ambiente intestinale sano [3]. Se le scelte di foraggio contribuiscono ai problemi, cambiare la fonte di foraggio.

07


Integratori

  • Probiotici: L'efficacia dei probiotici nella gestione dell'acidosi intestinale è ancora oggetto di dibattito. L'aggiunta di batteri buoni all'intestino del cavallo può essere utile, ma non ci sono molte prove scientifiche della sua efficacia.
  • Prebiotici: Anche i prebiotici, che hanno lo scopo di nutrire i batteri benefici dell'intestino, hanno dato risultati contrastanti. In alcuni casi, potrebbero esacerbare i problemi gastrici invece di alleviarli.
  • EquiNettare: EquiNectar si distingue come un efficace integratore digestivo per cavalli. Ottimizza il microbioma intestinale. Contiene enzimi digestivi che agiscono nell'intestino tenue, riducendo l'amido e i fruttani non digeriti che raggiungono l'intestino posteriore. Questa azione non solo equilibra, ma ottimizza anche il microbioma intestinale, riducendo il numero di batteri produttori di lattato.

08


Suggerimenti per l'alimentazione

Quando si sospetta un'acidosi dell'intestino posteriore, la gestione della dieta è fondamentale. L'attenzione deve essere rivolta a:


  • Aumentare l'apporto di foraggio per garantire una dieta ricca di fibre.
  • Valutare il pascolo, il fieno e il foraggio per determinare se ci sono varietà di erba problematiche o se i livelli di fruttosio sono troppo alti.
  • Limitare i cereali e i concentrati che possono fermentare nell'intestino posteriore.
  • Fornire pasti piccoli e frequenti per mantenere un ambiente intestinale stabile.
  • Garantire l'accesso all'acqua pulita e fresca.

La dieta svolge un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute dell'intestino posteriore e le pratiche alimentari sono fondamentali sia per il trattamento che per la prevenzione dell'acidosi intestinale.

09


EquiNectar è utile per il mio cavallo?

Nel contesto delle ulcere dell'intestino posteriore e dell'acidosi, EquiNectar può essere un'aggiunta preziosa alla dieta del cavallo. Fornendo enzimi digestivi essenziali, favorisce una digestione più efficiente nell'intestino tenue. Ciò riduce il rischio che amidi e fruttani non digeriti fermentino nell'intestino posteriore. Il ruolo di EquiNectar nel riequilibrare e ottimizzare il microbioma intestinale contribuisce ulteriormente alla salute generale dell'intestino, rendendolo un integratore benefico.

Riferimenti

  1. Pellegrini, F.L.; Risultati di uno studio necroscopico su larga scala di ulcere coloniche equine
  2. Richards, N. et al; L'effetto delle attuali pratiche di alimentazione con cereali sulla fermentazione dell'amido nell'intestino posteriore e sull'acidosi nei purosangue da corsa australiani.
  3. Rowe, J.B. et al.; Prevenzione dell'acidosi e della laminite associate all'alimentazione a base di cereali nei cavalli.
  4. Al Jassim, R.A.M., La comunità batterica del tratto gastrointestinale del cavallo e la sua relazione con acidosi fermentativa, laminite, coliche e ulcere gastriche


Informazioni su EquiNectar

  • DESCRIZIONE
  • MAGGIORI INFORMAZIONI
  • COME ALIMENTARSI
DESCRIZIONE

Descrizione

EquiNectar® è un integratore alimentare naturale che, come è stato scientificamente dimostrato, è in grado di:

  • Riequilibrare i batteri intestinali del cavallo
  • Aiutate il vostro cavallo a massimizzare i benefici dell'alimentazione
  • Migliorare le condizioni del cavallo


MAGGIORI INFORMAZIONI

Ulteriori informazioni

EquiNectar® è prodotto da Tharos Ltd nel Regno Unito. È una fonte naturale di enzimi digestivi e contiene solo i seguenti ingredienti:

  • Il nostro estratto di malto brevettato e ricco di enzimi
  • Trigliceridi a catena media (da olio di cocco)
  • Sorbato di potassio

Per maggiori dettagli sugli enzimi presenti in EquiNectar® date un'occhiata alla sezione ingredienti ed enzimi pagina.

COME ALIMENTARSI

Come alimentarsi

È sufficiente aggiungere EquiNectar® all'alimentazione giornaliera del cavallo, utilizzando la tabella di dosaggio per determinare la quantità corretta.

Per istruzioni dettagliate su come introdurre EquiNectar, leggere la guida completa all'alimentazione di EquiNectar. Guida all'alimentazione pagina.